Marco Battaglia

 

La Chitarra di Giuseppe Mazzini


 

LA CHITARRA DI GIUSEPPE MAZZINI


Composizioni di autori citati nell’Epistolario
e nella “Filosofia della Musica” del Patriota

Concerto e conferenza di MARCO BATTAGLIA

chitarra appartenuta a Giuseppe Mazzini
Gennaro Fabricatore, Napoli, Strada San Giacomo n. 42, 1821
Proprietà dell’Istituto Mazziniano del Comune di Genova

 

 

 

Luigi MORETTI
(fine sec. XVIII - inizi sec. XIX)
Andante, grazioso

dalla Grande Sonata op. 11

Mauro GIULIANI (1781-1829)
Variazioni sul tema favorito “Io ti vidi e t’adorai”
dall’opera Amazilia di Giovanni Pacini op. 128

Rossiniana n. 1 op. 119
“Assisa a piè d’un salice”, Scena e Romanza,
Otello, Atto III (Desdemona)
“Languir per una bella”, Cavatina,
L’Italiana in Algeri, Atto I (Lindoro)
“Con gran piacer, ben mio”, Duetto
“Ai capricci della sorte”,
L’Italiana in Algeri, Atto I (Isabella-Taddeo)
“Caro, caro ti parlo in petto”,
Rondò “Pensa alla patria”,
L’Italiana in Algeri, Atto II (Isabella-Coro)
“Cara, per te quest’anima”,
Duetto “Amor! Possente nome”,
Armida, Atto I (Armida-Rinaldo)

Giulio REGONDI (1822-1872)
Introduzione e Capriccio op. 23
Adagio, Allegretto scherzando

Giuseppe VERDI (1813-1901) / Johann Kaspar MERTZ (1806-1856)
"Opern-Revue” op. 8 n. 27
Fantasia su temi de “Il Trovatore”

Maestoso
“Sull’orlo dei tetti alcun l’ha veduta”
“Deserto sulla terra”
“Mal reggendo all’aspro assalto”
“Abbietta zingara”
“Stride la vampa”
Allegro brillante - Presto

Luigi Rinaldo LEGNANI (1790-1877)
dai Trentasei Capricci op. 20:

n.2 in mi minore
n.7 in la maggiore, Prestissimo
n.15 in si minore
n.29 in fa diesis minore, Prestissimo
n.36 in mi maggiore, Moderato